Termografia in fisioterapia

termografia in fisioterapia
  • Cos’è la termografia?
  • La termografia in fisioterapia, come funziona?
  • Patologie osservabili con la termografia
  • Termografia con Tcell System
  • Vuoi saperne di più?

Cos’è la termografia?

Il termine termografia deriva dalle parole greche: “thermòs” calore + “gràph” scrivere, quindi potremmo dire che significa letteralmente “scrittura del calore”. Comprende l’acquisizione e l’analisi di informazioni termiche senza contatto. La termografia a infrarossi è un metodo d’indagine veloce ed è oggi diffusissima per attività di valutazione, individuazione e controllo di condizioni infiammatorie o di alterazione termica anche nel campo della fisioterapia. L’indagine termografica è una metodologia eccezionale per acquisire preziose informazioni utili per valutazioni mirate. Questa tecnica consente di osservare la radiazione termica emessa da qualsiasi oggetto o corpo a una temperatura superiore allo zero assoluto (-273,14°C).

La termografia in fisioterapia, come funziona?

La termografia permette al fisioterapista di individuare la zona da trattare grazie all’immagine generata dalla sua fotocamera. Le differenze di colore, che corrispondono alle differenze di temperatura sulla parte del corpo, aiutano a localizzare e definire l’entità dell’infiammazione. La termografia è un esame assolutamente privo di effetti collaterali, indolore, non invasivo, di semplice esecuzione e senza radiazioni dannose.

Questo tipo di esame è utile in diverse situazioni, per esempio, per prevenzione e valutazione sportiva; per avere una valutazione immediata; per monitorare trattamento e recupero del paziente; per la localizzazione di punti per interventi mirati e per il ritorno all’attività motoria quotidiana o sportiva.

Patologie osservabili con la termografia

La termografia, fornendo come risultato immagini a colori, ci permette di visionare lo stato di una data condizione che colpisce il paziente. L’immagine mostra la distribuzione delle temperature sulla parte del corpo analizzata e ne evidenzia le differenze di temperatura. La termografia si integra perfettamente a tutti gli altri metodi di analisi e osservazione, per fornire un quadro clinico del paziente ancor più dettagliato.

La termografia può essere usata:

  • a livello muscolare per osservarne affaticamento e lesioni;
  • a livello tendineo quando ci riferiamo a tendiniti (cuffia dei rotatori, epicondilite, tendinopatia rotulea ecc.);
  • a livello articolare (patologia femoro-rotulea, distorsioni ecc.);
  • per patologie infiammatorie e degenerative osteoarticolari (artriti e artrosi);
  • per dolore miofasciale (fibromialgia);
  • per osservazione e analisi della postura del paziente.
termografia in fisioterapia

Termografia con Tcell System

Sfruttando il calore emesso dall’organismo sotto forma di radiazioni elettromagnetiche infrarosse, la termografia portatile Tcell System favorisce l’identificazione dei diversi tipi di tessuto e dei processi infiammatori in corso da parte del terapista. L’interpretazione corretta di queste immagini aggiunge dati fisiologici significativi. Il sistema include una macchina fotografica a infrarossi e un potente software, di facile utilizzo, per la produzione e il trattamento di immagini termiche, sviluppati specificatamente per essere utilizzati in fisioterapia.

Vuoi saperne di più?

Scrivici a info@easytechitalia.com oppure chiama lo 055 8455216.

Articolo precedente
Importanza del test isocinetico
Potrebbero interessarti anche