La resistenza elastica con Flextensor

Flextensor è l’innovativo strumento Easytech a resistenza elastica, progettato per la riabilitazione e l’allenamento dell’arto inferiore attraverso il lavoro auxotonico in catena cinetica aperta.

Che cos’è il lavoro elastodinamico?

Il lavoro elastodinamico, o a resistenza elastica, è una metodica di riabilitazione e allenamento semplice ma di grande efficacia.

La resistenza elastica ha caratteristiche originali che lo differenziano da tutti gli altri tipi di resistenza, come ad esempio:

  • l’assenza di inerzia
  • il carico progressivo
  • assenza pacco pesi

Quali sono i benefici del lavoro con carichi elastici?

Di facile utilizzo, Flextensor offre numerosi benefici rispetto alle tradizionali macchine da palestra:

  • Maggiore fluidità di movimento, data dalla resistenza progressiva fornita dagli elastici che aumenta gradualmente con l’aumentare della tensione dell’elastico, in maniera “accomodante” per le articolazioni.
  • Ottima modulazione dei carichi di lavoro, variando la tensione ed il numero degli elastici.
  • Possibilità di eseguire un lavoro pliometrico a velocità angolari elevate, facilitata dall’assenza di inerzia.

Come usare Flextensor in riabilitazione

Con Flextensor è possibile passare facilmente da carichi leggeri a basso impatto articolare, indispensabili nelle prime fasi della riabilitazione, ai carichi pesanti e al lavoro ad alte velocità angolari che sono invece necessari nelle ultime fasi per il completo recupero.

  • Somministrato in modalità isometrica, Flextensor stimola in maniera valida i muscoli flessori ed estensori del ginocchio, senza correre il rischio di danneggiare né i muscoli né l’articolazione. Questa modalità è una delle più adatte durante le prime fasi della riabilitazione.
  • Riservata alle fasi di recupero successive, la modalità elastodinamica ne incrementa invece le performance in termini di coordinazione neuromotoria.

Come usare Flextensor nella prevenzione e nell’allenamento

Flextensor permette di stimolare la muscolatura attraverso degli esercizi di rinforzo coinvolgendo sia il muscolo quadricipite femorale che i flessori del ginocchio. L’allenamento a resistenza elastica con questo dispositivo rappresenta un valido compromesso tra intensità di lavoro e rischio sovraccarichi, aiutando l’atleta a raggiungere una preparazione ottimale ma risultando adatto anche a non sportivi e amatori.

Flextensor può essere combinato con altre macchine, come l’isocinetica o macchine con pacco pesi, che si caratterizzano per la facilità nel quantificare l’entità del carico espresso.

Scegliere il macchinario giusto

Sappiamo bene che la scelta di una nuova apparecchiatura richiede una riflessione sugli spazi a disposizione, sulle abitudini del terapista, sulle esigenze della propria clientela. Easytech è un’azienda italiana leader nella produzione di apparecchiature elettromedicali e dispositivi medici per fisioterapia e riabilitazione: i nostri consulenti sono a vostra disposizione per capire insieme come inserire al meglio un Flextensor all’interno della vostra offerta terapeutica. Occasionalmente abbiamo anche a disposizione macchinari usati, naturalmente ricondizionati e funzionanti alla perfezione.

la resistenza elastica con flextensor

Articolo precedente
Scegliere i macchinari per un buon programma riabilitativo
Articolo successivo
Quali sono le radiofrequenze della tecarterapia
Potrebbero interessarti anche